“Oltre lo spettro”

L’Associazione Turistica Pro Loco di Guardialfiera in collaborazione con la compagnia teatrale “I Scapsctrat” e il Centro Studi Nicola Perrazzelli, con il patrocinio del Comune di Guardialfiera, sabato 16 novembre, presenterà il libro “Guardare oltre lo spettro” di Marianna Berardinetti. A seguito, confronto con professionisti esperti sui disturbi dello spettro autistico, interventi del pubblico e testimonianze dirette.

Ingresso libero, ore 17:30 presso la Sala Conedera a Guardialfiera.

Vi aspettiamo!

IV Edizione di “Girogustando nel Borgo”

La quarta edizione di “Girogustando nel Borgo” a Guardialfiera è quasi alle porte: un percorso enogastronomico raffinato e di qualità tipico della tradizione molisana.
I visitatori saranno intrattenuti da spettacoli, da musica e da mostre artistiche . 
Quest’anno abbiamo apportato delle novità e pian piano ve le sveleremo…
La serata si svolgerà sabato 20 luglio dalle ore 20,00 lungo il borgo di Piedicastello.

IV Edizione del “Prodotto Topico”

In occasione della festa patronale di Guardialfiera del 1º Giugno e della solenne apertura della Porta Santa il 2 Giugno si terrà la IV edizione del “Prodotto Topico”. Sarà possibile degustare i classici “Bucatini con la mollica e sugo di baccalà” uno dei piatti tipici della “tavola” organizzata per la devozione a San Giuseppe. Inoltre saranno presenti stand gastronomici. La serata sarà allietata da uno spettacolo musicale a cura del “Villaggio delle Arti”.

Vi aspettiamo!

Premio “Salva la tua lingua locale” – Comunicato Stampa

Il premio “Salva la tua lingua locale” è stato istituito dall’Unione Nazionale delle Pro Loco (Unpli) e da Legautonomie Lazio
CULTURA, DIALETTI:  RIFLETTORI ACCESI SULLA LINGUA DELLE EMOZIONI
La Spina: “I dialetti raccontano la storia, custodiscono la memoria, rappresentano l’identità stessa dei singoli territori”
Manzi: “La crescente partecipazione al premio conduce verso la conservazione di questo patrimonio culturale immateriale”
Sen. De Poli: “Presentato emendamento per superare criticità e vincoli su manifestazioni temporanee, così da valorizzare il lavoro delle Pro Loco”
Roma, 14 dicembre – “I dialetti raccontano la storia, custodiscono la memoria, rappresentano l’identità stessa dei singoli territori. I dialetti sono la lingua della famiglia, delle emozioni e della vita reale a partire dalle parole d’amore e di rabbia. La qualità e varietà delle opere pervenute anche in questa edizione, ne testimoniano l’assoluta vivacità” lo ha affermato  il presidente dell’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia (Unpli), Antonino La Spina, nel corso della cerimonia di premiazione della sesta edizione del  concorso letterario nazionale “Salva la tua lingua locale”; l’iniziativa si è svolta stamane, nella sala della Protomoteca in Campidoglio a Roma, ed è stata presentata da Massimo Giletti e Veronica Gatto, con la partecipazione straordinaria del gruppo, I Tenores di Bitti “Remunnu ‘e Loche” (Canto a tenores, patrimonio immateriale UNESCO).
 Il premio è stato istituito dall’Unione Nazionale delle Pro Loco e da Legautonomie Lazio ed è organizzato in collaborazione con il Centro Internazionale Eugenio Montale e l’Ong “Eip-Scuola Strumento di Pace”.
Nel corso dell’evento sono stati assegnati i riconoscimenti e premiati i vincitori delle cinque sezioni previste, tutte a tema libero: poesia (edita ed inedita), prosa (edita ed inedita), musica.
Menzioni speciali sono state attribuite al giornalista Pietrangelo Buttafuoco e a Roberto Sottile (conduttore della trasmissione radiofonica “Parru cu tia. I dialetti vanno in onda”); il premio speciale della giuria è stato assegnato al poeta e drammaturgo Nevio Spadoni.
“La crescente partecipazione al premio, anche in termini di qualità delle opere in concorso, conduce nella giusta direzione verso la conservazione di questo patrimonio culturale immateriale, che sviluppa il senso di identità collettiva, costituisce un solido collante sociale e culturale, favorendo la memoria storica” ha evidenziato nel corso del suo intervento, Bruno Manzi, presidente di Legautonomia Lazio. “Dato – ha concluso – che ben ci fa sperare rispetto alla recente denuncia dell’Unesco relativamente al rischio estinzione per il 90% delle lingue europee”.
La cerimonia è stata aperta dai saluti del senatore questore Antonio De Poli che ha sottolineato la rilevanza della manifestazione: “Il Premio è un’iniziativa molto lodevole in quanto intende mantenere vivo un patrimonio linguistico che appartiene a ciascuno di noi e che ci contraddistingue”. De Poli ha proseguito, annunciando un’importante novità per il mondo delle Pro Loco. “Per valorizzare il lavoro delle Pro Loco – ha proseguito – ho presentato un emendamento alla Legge di Bilancio che accoglie le istanze ricevute e chiede di superare una serie di criticità̀ e di vincoli a tutela delle manifestazioni temporanee e per tutelare l’operato degli oltre 600.000 volontari italiani”.
Nelle cinque precedenti edizioni del premio per le cinque categorie sono pervenute oltre mille opere a conferma della vivacità dei dialetti e delle lingue locali.   Gli elaborati dei vincitori e dei finalisti delle singole categorie, come da tradizione, sono stati raccolti  in un’apposita antologia. Tratto caratteristico del premio è la registrazione audio e l’archiviazione, a futura memoria, di tutti gli elaborati inediti presentati. I contributi audio entreranno a far parte di “Memoria Immateriale” un canale youtube che costituisce l’inventario on line delle tradizioni italiane: un prezioso archivio, unico nel suo genere, voluto ed implementato dall’Unione Nazionale delle Pro Loco, accredita dal 2012 presso l’UNESCO. Il canale al momento ha registrato oltre 6milioni di minuti visualizzati.
 I VINCITORI:
SEZIONE POESIA Per la sezione “poesia edita” (a partire dal 1° gennaio 2016) primo posto a: Giovanni Tesio, Vita dacant e da canté, Centro Studi Piemontesi, Torino, 2017, (piemontese).  La sezione “poesia inedita” è stata vinta da Innocenzo Nunziato Mazza (siciliano).
SEZIONE PROSA Primo posto nella categoria “Settore Etnolinguistico” della sezione “prosa edita” ad  Alfio Lanaia autore “Di cu ti diciunu? Dizionario dei soprannomi di Biancavilla” (Nero su Bianco Edizioni, siciliano); vince lla categoria “Settore Dizionari e Vocabolari” (sezione “prosa edita”) Nicolò   Seminara  con il “ Vocabolario   gangitano-italiano”   (Creativamente,   Nicosia (EN) ).   Filippo Di Giacomo (dialetto di Francavilla in Sinni, PZ) si aggiudica, ,invece, la sezione “prosa inedita”.
SEZIONE MUSICA Primo posto per Giovanni Calza (dialetto ferrarese); 2° Josè Russotti (dialetto di Malvagna, ME); 3° Francesco Triunfo (dialetto di Miglionico, MT).  

XXXII edizione del Presepe Vivente (2018/2019)

Calendario della manifestazione:

  • Martedì 25 dicembre 2018 dalle ore 17:30 alle ore 20:30
  • Mercoledì 26 dicembre 2018 dalle ore 17:30 alle ore 20:30
  • Domenica 30 dicembre 2018 dalle ore 17:30 alle ore 20:30
  • Martedì 1 gennaio 2019 dalle ore 17:30 alle ore 20:30
  • Domenica 6 gennaio 2019 dalle ore 18:00 alle ore 20:30 … con l’arrivo dei Magi

Vi aspettiamo numerosi!

Salva la tua lingua locale – edizione 2018

Il Premio “Salva la tua lingua locale” è aperto a tutti gli autori e si articola nelle seguenti sezioni tutte a tema libero in uno dei dialetti o delle lingue locali d’Italia:
SEZIONE A – Poesia Edita – Libro di poesia edito a partire dal 1 gennaio 2016
SEZIONE B – Prosa Edita (storie, favole, racconti, dizionari, rappresentazioni teatrali)
SEZIONE C – Poesia Inedita
SEZIONE D – Prosa Inedita
SEZIONE MUSICA
SEZIONE SCUOLA (il termine di partecipazione delle scuole è invece fissato al 30 novembre 2018)
Il regolamento completo è disponibile al seguente indirizzo www.salvalatualingualocale.it.
Cosa aspetti? Hai tempo fino al 7 settembre per iscriverti.
Per tutte le informazioni non esitate a contattarci: info@prolocoguardialfiera.it

6° Festival Musica Live premio “Giampiero Paviolo”

Sono ancora aperte le iscrizioni al 6° Festival Musica Live premio “Giampiero Paviolo” che si terrà a Guardialfiera il prossimo 12 agosto.

>>> N.B. Il termine per la presentazione delle iscrizioni è stato posticipato di qualche giorno <<<

L’iniziativa è dedicata al giornalista che amava tanto e che raggiungeva per le vacanze estive: Paviolo è stato caporedattore de “La Stampa” di Torino. La Pro Loco di Guardialfiera ha promosso questo evento che è rivolto a band musicali che si esibiranno all’interno dell’iniziativa. Il Festival è un music contest al quale possono partecipare le band: per quei gruppi iscritti al Festival, gli interessati potranno partecipare solamente con una band. Per i gruppi interessati il regolamento è disponibile a questo link ed è sufficiente compilare il seguente modulo ed inviarlo all’indirizzo email: info@prolocoguardialfiera.it oppure tramite la pagina FaceBook della Pro Loco di Guardialfiera. La band vincitrice del premio “Giampiero Paviolo” riceverà una somma in denaro, erogata a fine serata, pari a 1000€. L’iniziativa è patrocinata dal quotidiano nazionale “La Stampa”.